Consolato Italiano
Come rinnovare i documenti italiani
Una premessa sui rapporti con il Consolato: quando arrivate andatevi a registrare con il Consolato. Questo e' link del Consolato italiano di New York http://www.italconsulnyc.org/

Registrarsi e' importante, perche' se siete nell'elenco e' piu' facile prendere appuntamenti e anche per i servizi di assistenza generale che offrono ai cittadini italiani. Qui trovate un elenco dei servizi che offrono http://www.italconsulnyc.org/Frame_italiano.htm

Se prima di partire non vi siete iscritti all'AIRE fatelo al Consolato, altrimenti avrete casini sulle tasse in Italia. Ricordatevi che al momento in cui diventate residenti americani dovete cominciare a pagare le tasse negli USA, e l'ultima cosa di cui avete bisogno e' la doppia tassazione.

Un'altra cosa da ricordare e' che qui per evasione fiscale si finisce in galera, quindi meglio acquisire ottime abitudini. La dichiarazione dei redditi qui e' probabilmente meno complicata - non la faccio in Italia da anni, magari hanno semplificato le cose- e se non avete storie particolari potete farvela da soli usando un software come l'ottimo Turbotax, che semplifica tutto ancora di piu'.

In base alla legge americana, dovete riportare ANCHE IL REDDITO PRODOTTO ALL'ESTERO. Per cui se per esempio avete deciso di affittare la vostra casa in Italia dovrete dichiarare quel reddito negli USA.

Io ho rinnovato solo il passaporto in questi anni, la patente italiana l'ho persa e quando vado in Italia o altrove uso la patente americana, pero' se volete spendere i soldi e' una delle cose che fanno al Consolato. L'altra e' farvi arrabbiare perche' esattamente come in Italia non importa quante volte telefonate: manca sempre qualcosa.

Vincenzo sul tema consolato 1/10/05

Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero (A.I.R.E.)
 
Si e' parlato tanto del Consolato Americano di Napoli, ma cosa dire delle rappresentanze diplomatiche Italiane all'estero?  Ci sono ben 10 giurisdizioni consolari italiane negli Stati Uniti, le quali erogano importanti servizi al connazionale che risiede in USA:  rinnovo passaporti, rilascio certificati anagrafici, inoltro domanda di rinvio militare (prima del 1 gennaio, 2005), assistenza per il rimpatrio di salme, etc.
 
Uno dei doveri dell'immigrante italiano, sancito dalla Legge N. 470 del 27/10/88, e' quello di iscriversi all' Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero entro 90 giorni dall'arrivo in una nuova circoscrizione consolare.  L'iscrizione e' molto semplice:  basta l'apposito modulo di iscrizione in consolato, oppure inviarlo per posta con la documentazione in allegato.  Le informazioni anagrafiche dei componenti di un nucleo familiare verranno consolidate in un unico file, e gli verra' assegnato un numero di riferimento (Foglio Estero - F.E.).  Il consolato provvedera' ad inoltrare i dati all'ultimo comune di residenza in Italia, il quale provvedera' alla cancellazione dei nominativi dalle liste della popolazione residente e all'iscizione all' AIRE.  Le liste AIRE, quindi, sono mantenute dal Ministero dell'Iterno in Italia, e non solo dalle singole rappresentanze diplomatiche.
 
Ovviamente, in perfetto "Italian Style," i funzionari italiani vi sorprenderanno con la loro dose di ignoranza e mancanza di cura nell'aggiornare/trascrivere i dati.  Un errore clamoroso e' stato quando l'Ufficio AIRE di Napoli ha fatto risultare che il sottoscritto era sposato con una certa Giulia De Palma, una persona la cui cartella AIRE fu erroneamente inglobata con la mia, da cui questo matrimonio "burocratico."  Ad ogni modo l'idea dietro l'AIRE e' buona, in quanto permette di monitorare i flussi migratori all'estero e fornisce al Ministero degli Esteri dati su cui basare azioni diplomatiche anche alla luce del numero di italiani residenti in una specifica circoscrizione.  E poi c'e' il diritto al voto per i cittadini italiani residenti all'estero, un diritto che Mirko Tremaglia e' riusciuto a far valere il 20 dicembre 2001 (ricordo bene questa data perche' fu proprio quel giorno che mi recai in consolato per iscrivermi all'AIRE e mi fu comunicata la possibilita' di registrarsi per votare), dopo piu' di cinquant'anni di proposte di legge e battaglie in Parlamento.
 
Ricordate infine che i dati dell'AIRE vanno costantemente aggiornati, per cui assicuratevi di comunicare al consolato cambi di indirizzo, nascita/dipartita di familiari italiani residenti nello stesso nucleo familiare, e tutte le variazioni dello stato civile.