25


L'intervista di Thomas - 2003
Thomas è una delle persone che come me ha vinto la green card, e siamo rimasti in contatto. E' tornato sul Forum nel 2006, e sta per diventare cittadino americano grazie al fatto che serve nella U.S. Navy.
Questo il racconto:

Allora,non che ci sia molto da dire,io ho la terza media e presentandogli le buste paga e le fatture emesse quando ero un libero professionista,sono riuscito a dimostrare che faccio il sistemista-programmatore da piu' di due anni che in mancanza del diploma di maturita' È un requisito indispensabile per ottenere la green-card della lotteria (DV1).
Bisogna recarsi un giorno prima della data dell'intervista per la visita medica, prezzo 160€.

Quel giorno ero senza foto e libretto delle vaccinazioni(me le ero dimenticate a casa) e il dottore è stato gentile e mi ha concesso di portarle la mattina del giorno dopo.

Una nota a riguardo;vicino al consolato c'è un fotografo che fa le foto per i visti nel formato che lui sa già, e per quanto riguarda i vaccini,io avendo 31 anni, non rientravo nella fascia d'età che richiedeva alcuni vaccini obbligatori per l'immigrazione. Non so qual'è l'età giusta e quali fossero i vaccini,non me l'hanno detto,ma comunque è meglio farseli presso la propria ASL locale che sono gratuiti, perchè li fanno anche la ma costano 25€ l'uno!

Il giorno dopo, mi presento per l'intervista,ovviamente emozionatissimo in quanto non ero sicuro di ricevere il visto per via del diploma. La sala è piccola e ci sono degli sportelli come in banca e tu in piedi fai tutte le pratiche. C'erano molte altre persone ma solo una coppia era lì per aver vinto la lotteria!

Allora tocca a me,il signore (italiano) mi dice: " Intanto le facciamo le nostre congratulazioni per aver vinto la lotteria e le ricordo che un requisito indispensabile per potere avere il visto è quello di avere la maturità oppure dimostrare di fare un lavoro che richiede almeno due anni di esperienza."
Io incomincio a tirare fuori montagne di carte,fatture, buste paga e anche la mia certificazione Microsoft che a mio avviso è stata quella che mi ha fatto avere il visto. Infatti l'impiegato,che nel frattempo si era fotocopiato tutto, mi ha detto di farla vedere all'ufficiale consolare al momento del colloquio. Ma quando avevo tirato fuori tutto mi sono accorto che mi mancava il congedo militare e allora mi sono detto: "ecco sono fregato!"

Invece lui molto gentile mi ha detto che bastava gli mandassi un fax da casa e sarebbe stato a posto. Ma ormai s'era fatto mezzogiorno e sarei dovuto ripassare alle 14.30 per l'intervista.

Il pomeriggio ritorno,non c'era piú nessuno, dopo un poco arriva l'impiegato per dirmi che ha ricevuto il fax. OK, aspetto intanto di fare l'intervista con il console, passa mezz'ora e un'altra impiegata mi chiama dal corridoio: "Scusi,c'è un problema..." ecco sono fregato di nuovo penso io, mi alzo dalla sedia col cuore che batte a mille e con voce leggermente tremante rispondo: "Sì,cosa succede?" e l'impiegata mi rsponde: "Deve portare pazienza una mezz'ora perchè le stiamo stampando il visto."

Cacchio,ma l'intervista?? L'intervista l'avevo fatta la mattina con una signora americana,che parlava anche italiano! E io che pensavo che avesse sostituito momentaneamente l'impiegato! Era lei l'ufficiale consolare!

Un'altra cosa, bisogna pagare prima e se non si è idonei a ricevere il visto,si tengono i soldi. Io ho pagato 450€ + 160€ per la visita in tutto.

Una cosa che mi ha detto un'impiegata è che posso stare anche in Italia con la green-card ma devo rientrare negli USA entro un'anno dall'ultima entrata.
Il primo viaggio, cioè quello che devi fare con la busta che ti danno da consegnare appena arrivi all'aereoporto,si deve fare entro 6 mesi dal rilascio del visto. Si può anche andare, consegnare la busta e rientrare in Italia anche il giorno dopo.

La green-card vera e propria la spediscono all'indirizzo che si è messo nel modulo del primo package che si riceve con l'avviso dell'avvenuta estrazione, oppure all'indirizzo (sempre negli USA) che si comunica all'ispettore dell'immigrazione all'aereoporto. Per quanto riguarda l'immigrazione vera e propria è durata 10 minuti. Ho consegnato la busta, mi hanno fatto andare in un ufficio, lì mi hanno preso le impronte digitale e fatto firmare un foglio. Poi mi hanno detto che mi hanno detto che riceverò la greencard entro sei mesi. Nel frattempo ti fanno un timbro nel passaporto che vale lo stesso per due anni in attesa della green-card.

I miei commenti
Come potete vedere, le cose non sono cambiate anche post settembre 2001. La mentalità è rimasta quella di cooperare con voi durate il processo, non quella di trovarvi in fallo e fregarvi. Come detto sopra, è meglio prestare attenzione alla lista dei documenti, non spingete la fortuna.
La questione del rientro in Italia con la carta verde è in realtà piú complicata di come la mette Thomas. Ci sono casi in cui persone si sono viste rifiutare il rientro, anche con la green card. Una cosa è sicura: se pensate di stare via piú di qualche mese, direi 6 per essere prudente, visto che l'Immigrazione sul suo sito dice un anno, dovete chiarire le cose PRIMA di partire con l'immigrazione, e ottenere un permesso di rientro. Senza di quello, siete sicuramente a rischio.

Il documento in questione si chiama I-131 Advance Parole. Anche con questo documento in tasca però un'assenza di più lunga di 180 giorni avrà una conseguenza seria, perchè interrromperà il conto alla rovescia per ottenere la cittadinanza.

Mi spiego: Dopo 5 anni di residenza negli USA è possibile fare domanda per essere naturalizzati, ovvero per ottenere la cittadinanza. I 5 anni devono essere di residenza continua e un'assenza di più di 180 giorni fa ripartire il conteggio da zero, indipendentemente dall'Advance Parole che avete ottenuto.

La mia posizione comunque è questa: la green card è un permesso di residenza, se non volete risiedere che cosa ve ne fate? Ci sono migliaia di persone in paesi molto piú poveri del nostro che di questi ragionamenti non sanno che farsene, mi sembra piú onesto farsi da parte e lasciare a loro l'opportunità se non siete convinti. Questo sito è per viaggiatori solo andata, non per i timidi di cuore.